Presentazione del libro “I FRONTALIERI IN EUROPA. UN QUADRO STORICO”

Venerdì 2 ottobre alle ore 17.00, presso Sala Facchinetti, si terrà la presentazione del volume di Paolo Barcella, docente di storia contemporanea e dell’America del Nord  presso l'Università degli studi di Bergamo.

Il lavoro frontaliero europeo rappresenta una forma del pendolarismo internazionale di breve raggio, ossia è il prodotto dell’osmosi, della circolazione di forza lavoro tra regioni adiacenti divise da un confine politico. I frontalieri, percorrendo il tragitto che separa casa dal luogo di lavoro, devono attraversare una frontiera di Stato, che, a seconda dei casi, può costituire anche un confine economico e linguistico: in questo modo, i frontalieri vivono alcune delle esperienze caratteristiche dei migranti, pur non essendo migranti in senso stretto. I frontalieri, infatti, non si trasferiscono da un paese a un altro per ragioni che incidano tanto sulla loro vita professionale, quanto su quella familiare, sociale, culturale: infatti, mantengono nel paese d’origine il “fuoco acceso”, cioè la famiglia, i legami sociali extraprofessionali, la gran parte dei luoghi di consumo culturale, i rapporti con le istituzioni sanitarie, scolastiche e con tutti i rami della pubblica amministrazione. L’attualità ci consegna ulteriori complessità. Da un alto la pandemia che condiziona il movimento delle persone, delle merci, l’organizzazione del lavoro e le relazioni istituzionali, dall’altro le pulsioni identitarie che si attardano sul tema della frontiera come gravide di rischio anziché foriere di opportunità, ripropongono la messa in discussione della libera circolazione proprio mentre l’Europa sembra aver ritrovato le ragioni dello stare insieme. A partire dal “laboratorio svizzero”, a valle dell’iniziativa popolare del 27 settembre, rifletteremo su un possibile nuovo paradigma del lavoro transfrontaliero.

Ne discutono con l’autore

Paolo BarcellaDocente di storia contemporanea e dell’America del nord Università degli studi di Bergamo

Elena Lattuada Segretaria Generale della CGIL Lombardia

Piero BassettiPresidente dell'associazione Globus et Locus, già primo Presidente della Regione Lombardia

Giangiorgio Gargantini -  Segretario Regionale UNIA Ticino e Moesa

Francesco QuattriniDelegato del Governo Cantonale del Ticino per le relazioni esterne e segretario della Regio Insubrica

Con il contributo di

Marina Sereni - Vice Ministro per gli Affari esteri e la cooperazione internazionale

Introduce e coordina

Giuseppe AugurusaResponsabile nazionale Frontalieri e dei Consigli Sindacali interregionali della CGIL

Nella sezione
15 gennaio 2016
25 novembre 2015
13 novembre 2015
9 novembre 2015
30 ottobre 2014
16 maggio 2014
27 marzo 2014
19 febbraio 2014
7 febbraio 2014
20 novembre 2013
19 novembre 2013
22 ottobre 2013
30 maggio 2013
22 aprile 2013
13 marzo 2013
18 febbraio 2013
2 luglio 2012
1 giugno 2012
10 aprile 2012
27 ottobre 2011
5 settembre 2011
1 luglio 2011
18 maggio 2011
17 maggio 2010
19 marzo 2010
25 febbraio 2010
1 dicembre 2009
24 settembre 2009
15 giugno 2009
19 maggio 2009
11 febbraio 2009
3 febbraio 2009